Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Consolare

Il caso del cane-giraffa a Bagheria: liberato dal tubo al collo

E' stato preso il quadrupede che si aggirava per le strade bagheresi con un grosso tubo, simile ad una molla, al collo. E' in buona salute e, dopo che verrà sterilizzato e dotato di microchip, sarà liberato

E’ stato finalmente preso e liberato il cane che si aggirava per le strade bagheresi con un grosso tubo, simile ad una molla, al collo. Secondo quanto si legge sul sito GeaPress, che aveva lanciato l’allarme, l’animale si era rifugiato in via Consolare. Qui sono intervenuti i veterinari dell’Aspe i volontari dell’associazione Asva.

Con una tronchessa la cagna è stata liberata di un grosso tubo  rigato, del tipo usato nei lavori per interrare grossi cavi elettrici. La cagnolina ha subito ricambiato il gesto leccando il medico. E’ in corso il trasferimento della cagnolina presso una struttura veterinaria dove avverrà il controllo sanitario. E’ probabile che il cane verrà sterilizzato, dotato di microchip e infine liberato.

La storia del cane con la molla al collo in questi giorni ha fatto il giro del web. Anche il sindaco Lo Meo aveva lanciato un appello ai cittadini affinché dessero informazioni utili sull’animale. Non è ancora stato accertato sei il tubo sia finito al collo del cane per un incidente o per uno stupido gioco di alcuni ragazzini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso del cane-giraffa a Bagheria: liberato dal tubo al collo

PalermoToday è in caricamento