menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'irruzione di uno dei malviventi nella sala

L'irruzione di uno dei malviventi nella sala

La rapina al bingo e l'inseguimento in via Messina Marine, scattano tre arresti

In carcere sono finiti Pietro Di Pasquale, Vincenzo Alaimo e Marco Ferrante. Sono accusati del colpo, messo a segno lo scorso 29 febbraio, che fruttò un bottino da mille euro. Fondamentali le riprese della videosorveglianza

Avrebbero rapinato la sala Bingo Snai per poi fuggire lungo via Messina Marine, dando vita a un rocambolesco inseguimento al termine del quale sono riusciti a fare perdere le proprie tracce. La polizia è riuscita a risalire all'identità dei tre malviventi accusati del colpo risalante allo scorso 29 febbraio: si tratta di Pietro Di Pasquale (39 anni), Marco Ferrante (27) e Vincenzo Alaimo (25). Quest'ultimo sarebbe quello che materialmente ha fatto irruzione nell'attività con la pistola in pugno, riuscendo a portare via mille euro.

GUARDA IL VIDEO DELLA RAPINA

Gli agenti della Squadra Mobile, insieme agli agenti della sezione Investigativa del commissariato Brancaccio, hanno eseguito l'ordine di custodia cautelare in carcere emesso su richiesta del procuratore Alfredo Gagliardi e firmato dal gip Alessia Geraci. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, dopo il colpo, uno dei malviventi sarebbe riuscito a fuggire dopo aver abbandonato lo scooter (privo di targa), la pistola e parte del bottino.

Mentre Alaimo entrava armato al bingo, Di Pasquale era rimasto ad attenderlo all'esterno per controllare la situazione. Ferrante, invece, avrebbe effettuato un sopralluogo con largo anticipo rispetto all'orario della rapina.  "Le indagini - spiegano dalla Questura - hanno portato all'individuazione degli autori del colpo, anche grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza del locale e di quelli che si trovano lungo il percorso della fuga".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento