rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Libertà / Via Marchese Ugo

Inizio d'anno amaro per 11 dipendenti dell'hotel Excelsior: avviata procedura di licenziamento collettivo

Ad annunciare la notizia è la Filcams Cgil che chiede all'azienda di “revocare il provvedimento". La risoluzione dei rapporti di lavoro scatterà dal 28 febbraio. Resterebbe un solo impiegato, adibito alla manutenzione dell'immobile 

Parte male l'anno nuovo per i dipendenti dell'Hotel Excelsior di via Marchese Ugo. La Luxury Private Properties srl, proprietaria dell'albergo, il primo gennaio ha comunicato ai sindacati l'avvio della procedura di licenziamento collettivo per 11 lavoratori a tempo indeterminato, molti dei quali con anzianità di servizio pluridecennale. La risoluzione dei rapporti di lavoro scatterà dal 28 febbraio e riguarderà gli impiegati che ricoprono in organico la qualifica di chef, barman, front office al ricevimento, cuoco capo, addetto alle cucine, segretaria ricevimento e cassa e addetti ai servizi in  sala. Resterebbe un solo dipendente, adibito alla manutenzione dell'immobile. 

L'attività dell'hotel è ferma dall'inizio del 2020 per lavori urgenti di ristrutturazione e manutenzione ordinaria e straordinaria, in coincidenza con l'esplodere della pandemia. “Un inizio d'anno nero per i dipendenti dell'albergo. Chiediamo all'azienda - dichiarano il segretario generale Filcams Cgil Palermo Giuseppe Aiello e la segretaria Filcams Cgil Palermo Alessia Gatto –  di revocare il provvedimento e di mantenere i livelli occupazionali esistenti. Sarebbe una perdita di professionalità e di posti di lavoro troppo alta. Parliamo di una struttura importante per Palermo, in piena via Libertà, e di un settore, quello del turismo, che dovrebbe essere di punta per la nostra Isola". 

In  diverse sedi, nei mesi scorsi è stata annunciata l'intenzione di rilanciare la struttura ricettiva, con lavori di ammodernando a tutto l'immobile e innalzando la categoria da 4 stelle a 5 stelle. "Chiediamo - continuano i sindacalisti - tutto quello che può essere utile per fronteggiare l'impatto sociale determinato da una procedura di questa genere e di fare ricorso a strumenti di riqualificazione del personale e di sostegno al reddito, come l'uso di ammortizzatori sociali.  E ribadiamo che questi lavoratori, alcuni dei quali in servizio all'Excelsior da più di 20 anni, vogliono poter continuare a lavorare e non andare incontro, proprio in questo delicato momento, a una perdita di reddito per loro e per le loro famiglie”.

Lo scorso 21 dicembre all'Ispettorato del Lavoro c'è stato un incontro con l'azienda. "Abbiamo chiesto - riferiscono Giuseppe Aiello e Alessia Gatto – di condividere un percorso  che potesse salvaguardare l'occupazione, ma l'azienda in quella sede ha chiuso il dialogo di fronte a ipotesi alternative. Anche altri hotel di lusso, come Villa Igiea e l'Hotel delle Palme, hanno sostenuto in questi anni imponenti lavori di ristrutturazione. Ma in questi due casi,  sono state individuati accordi e soluzioni che - concludono - hanno garantito ai lavoratori continuità sia occupazionale che reddituale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inizio d'anno amaro per 11 dipendenti dell'hotel Excelsior: avviata procedura di licenziamento collettivo

PalermoToday è in caricamento