Falcone e Borsellino crocifissi: manifesto choc vicino a piazza Pretoria

I giudici, assassinati dalla mafia, diventano San Giovanni Martire e San Paolo Martire. L'autore dell'iniziativa si firma col nome d'arte di Al Fayed: "Voglio commemorare il sacrificio dei giudici morti per la libertà, la verità e la giustizia del nostro Paese"

Il manifesto affisso in salita Santa Caterina

Falcone e Borsellino crocifissi. L'immagine choc è stata affissa su un muro in salita Santa Caterina, vicino a piazza Pretoria. I giudici, assassinati dalla mafia, diventano San Giovanni Martire e San Paolo Martire. Sul manifesto compare una firma in rosso in basso a destra: Al Fayed. Probabile nome d'arte della mente che ha scelto questa strada per dire qualcosa ai siciliani. 

Nei giorni scorsi è caduto il divieto, per i condannati all'ergastolo ostativo che hanno dato prova di una partecipazione al percorso rieducativo, di beneficiare di permessi premio durante il periodo di detenzione. E Falcone e Borsellino sono stati più volte chiamati in causa da chi si è espresso contro questa decisione della Corte europea dei diritti dell’Uomo e della Corte costituzionale. Da più parti si è ipotizzato che i due giudici dunque potrebbero trovarsi in croce per questo. E' stato lo stesso autore del manifesto a fugare però i dubbi: "L'unico scopo della mia rappresentazione intitolata 'I nostri martiri' - precisa - è commemorare il sacrificio dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino morti per la libertà, la verità e la giustizia del nostro Paese".

Articolo aggiornato il 31 ottobre 2019 alle ore 19.16

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento