Domenica, 1 Agosto 2021
Sport

Scherma, prova nazionale integrata: quattro medaglie per gli atleti palermitani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è conclusa a Roma, presso il centro federale Bocce dell'Eur, la prova nazionale di scherma integrata, una formula molto particolare e avvincente che mette di fronte atleti normodotati e con disabilità a contendersi questo particolare trofeo. La gara era valida come prova di qualificazione ai prossimi campionati Italiani assoluti di Milano 2018. Ottimi risultati dagli atleti palermitani William Russo (club scherma Palermo), Marcella Li Brizzi (club scherma Palermo) e Claudio Radicello (circolo schermistico Mazarese). Russo conquista la prima posizione nella prova di spada maschile di categoria C sul livornese Martino Seravalli (Fiamme Oro) con il punteggio finale di 15-8. I due atleti, autentici dominatori della categoria, si sono contesi anche la finale nel fioretto maschile, quest'ultima ad appannaggio del portacolori della Polizia che sconfigge in un match al cardiopalma Russo con lo score di 9-7. Terza posizione nella spada maschile di C per Claudio Radicello. Tra gli altri palermitani in gara 10° Valerio Trombetta, 11° Francesco Di Franco, 13° Samuele Lupo, tutti e tre tesserati con il Club Scherma Palermo. Tra le donne, una prestazione maiuscola di Marcella Li Brizzi che ottiene una brillante seconda piazza venendo fermata in finale solamente dalla più giovane atleta normodotata delle Fiamme Oro, Gaia Traditi. La Li Brizzi aveva sconfitto nel corso del torneo in successione Matilde Spreafico (Circolo della Scherma Lecco), Rossana Pasquino (Club Schermistico Partenopeo - Napoli) e in semifinale Sofia Brunati (Circolo della Scherma Lecco).

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scherma, prova nazionale integrata: quattro medaglie per gli atleti palermitani

PalermoToday è in caricamento