Sport

Automobilismo, ottimi risultati per l'Ac Festina Lente nella crono Giarre-Montesalice-Milo

Vincono gli alcamesi Ignazio Amato e Ignazio Fundarò, quarto posto per il presidente Rosario Lo Cicero Madè, ritiro per noie al cambio di Natale Giordano che conferma comunque la sua perfetta ripresa post-operatoria

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

L'Ac Festina Lente traccia il consuntivo subito dopo la 21^ edizione della crono Giarre-Montesalice-Milo, valida per il TIVM (Trofeo Italiano Velocità Montagna) e per il Campionato Siciliano riservato alle vetture storiche e moderne. Taglia il traguardo vittoriosamente l’alcamese Ignazio Fundarò, al volante della WV Golf GTI, iscritta nella Classe TC 1.6, seppur attardata e ostacolata nel suo incedere, dalla sconsiderata condotta di un concorrente partito, non si sa bene per quale motivo e secondo quale valutazione, con la guarnizione della testata bruciata. Stesso successo lo coglie, tra le vetture moderne, anche Ignazio Amato, il quale conduce con sicurezza al 1° posto della Classe Racing Strat Plus 2.0 la sua Renault Clio Cup curata da Liborio Ciacio e conferma, con questo risultato, il 1° posto nel Gruppo Racing Start Plus del TIVM-Sud.

Al traguardo anche il presidente Rosario Lo Cicero Madè con la Peugeot 106 Racing Start 1.4 che si piazza al 4° posto della Classe, pur avendo migliorato di ben 6” il tempo ottenuto lo scorso anno, sull’impegnativo percorso catanese. Disappunto per il tanto agognato ritorno alle corse del monrealese di Giacalone Natale giordano, il quale, ristabilitosi dall’operazione effettuare dalla Equipe del dott. Antonino Scolaro, tornava al volante della sua Fiat X!/9 ed a lui è proprio il presidente della AC Festina lente a dedicare un pensiero: “Il fatto saliente sta proprio nel rientro alle corse di Natale, il quale, dopo la prima manche di gara condotta con perizia, veniva penalizzato, nella seconda, da un problema al cambio che lo costringeva a rientrare a Palermo per una riparazione notturna. Natale non si arrendeva e si presentava al via della prima manche di gara, ma, proprio sul più bello, un nuovo problema al cambio lo colpiva nuovamente. Natale - conclude Rosario Lo Cicero Madè - non si arrendeva e riusciva a tagliare il traguardo con una ottimo tempo, ma doveva ritirarsi. Per noi la consapevolezza di averlo ritrovato”. Nuove sfide sportive attendono il sodalizio monrealese che prenderà prossimamente parte ad alcuni slalom in programma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilismo, ottimi risultati per l'Ac Festina Lente nella crono Giarre-Montesalice-Milo

PalermoToday è in caricamento