Palermo, la ricetta di Iachini: “Non si vince senza sudare”

Presentato il nuovo tecnico dei rosa dopo l’esonero di Gattuso. “Per conquistare la A occorre fatica, organizzazione di gioco, conoscenza e intensità. Nessun bonus in caso di promozione, non guardo ai soldi ma solo al progetto”

Se si vuole andare in A non basta avere i nomi, bisogna sudare. Si presenta così Beppe Iachini, ex idolo dei tifosi rosa e nuovo tecnico del Palermo dopo l’esonero di Gattuso. “Palermo all'altezza per tornare in A? La mia esperienza – spiega Iachini - mi porta a dire che mai nessuno ha vinto qualcosa senza sudare”.

Ieri pomeriggio il neo allenatore è stato presentato nel corso di una conferenza stampa a Tenente Onorato di Boccadifalco. “Meritare sul campo non vuol dire chiamarsi Palermo per quanto grande piazza o club – continua Iachini - ma conquistare con sudore fatica, organizzazione di gioco, conoscenza, intensità. Prepareranno tutti la partita della vita contro di noi per dimostrare che sono ottime squadre con bravi giocatori".

Iachini non ha chiesto un bonus per l'eventuale promozione: "Non parlo mai con Zamparini di queste cose – afferma l’ex tecnico di Siena e Sampdoria – e mi interessa solo il progetto. La società vuole tornare in A, costruire centro sportivo e uno stadio. Non sono uno che guarda ai soldi. Voglio vincere partite e tornare prima possibile in A. Se Zamparini è cambiato? L'ho trovato come al solito entusiasta, ha voglia di vincere e se perde s'incazza. Vuole che la squadra vinca il campionato”.

Sulle sue disponibilità è un po' tutto il calcio italiano che sta avendo progettualità diverse rispetto a dieci anni fa. C’erano più risorse. Mentre oggi – conclude - le società sono portate alla valorizzazione dei giovani che poi possono diventare capitali per la società stessa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento