Ac Festina Lente: soddisfazioni nello slalom Bonagia di Sant’Andrea

Otto Piloti del Sodalizio monrealese iscritti e tutta al traguardo con piazzamenti di rilievo: la soddisfazione del Presidente Rosario Lo Cicero Madè.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Appena conclusa l'edizione numero 13 dello Slalom Bonagia di Sant’Andrea - Città di Valderice valido per il Campionato Siciliano e per la Coppa ACI Sport 6^ zona e l’Associazione Culturale Festina lente che ha sede a Monreale, traccia, per voce del Presidente Rosario Lo Cicero Madè, il consuntivo di gara “non ho potuto presenziare a causa di malesseri stagionali che hanno colpito, sia me che mia moglie ma, a guardare le classifiche ed i risultati dei singoli nostri amici e piloti, non posso che essere soddisfatto. Torniamo a casa con tutti e otto i nostri driver giunti al traguardo e con prestazioni di rilievo assoluto”. Baldo Ballina (ritratto nella foto con Sebastiano Di Gregorio) con la Fiat 127 storica preparata dall’amico Mommo Virgilio, ha ottenuto un primo posto nella classe HST 3 ed un terzo posto nel Raggruppamento. della Classe Racing Start 1.6 si sono piazzati al 4° posto Maurizio Marino ed al quinto Sebastiano Di Gregorio entrambi su Citroen Saxo. Mario De Simone ha agguantato un 2° posto tra le Bicilindriche 700 Gruppo 5 con la Bianchina F110. Santo Randazzo, benché al limite con le gomme, tanto che ha deciso di prendere parte a solo due delle tre manche di gara, si è piazzato, con la Renault Clio al primo posto della classe 2.0 ed al 4° del Gruppo N. Vincenzo Coraci, con l’ancora poco collaudata Citroen C1 con motorizzazione motocislistica, ha vinto la classe E1 1150cc Moto. Ed infine i due che sono risultati i migliori del lotto della AC Festina lente: Agostino Bonsignore, secondo nel Gruppo Speciale e quindicesimo assoluto e Vincenzo Cammarata, vincitore della Classe E2 SH 1150cc e diciannovesimo assoluto al traguardo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento