Tram, Alesi: "Niente cestini, capolinea Notarbartolo invaso dai rifiuti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Bene il contratto tra Amat e Reset per la pulizia giornaliera dei tram e dei depositi di Roccella e Leonardo. Quello che non va è la pulizia delle fermate. Il capolinea Notarbartolo, una delle più importanti stazioni del tram ancora nuova di zecca, è già in preda al degrado e all’incuria. "La solita inciviltà tutta palermitana - dice Maurizio Alesi, consigliere dell’Ottava Circoscrizione - ha già mostrato il suo squallore. I grandi vasi di ciclamini ridotti a cestini della spazzatura, immondizia depositata da giorni sulla pavimentazione, aiuole usate per depositare le bottiglie vuote. C’è da chiedersi come è possibile - continua Alesi - che non esista un solo cestino dove gettare i biglietti usati, i pacchetti di sigarette e le lattine considerata l’alta affluenza di utenti. Se non si vuole che le stazioni non diventino come i sottopassi, occorre garantire la pulizia giornaliera da parte dei responsabili.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento