Aiello (Udc): "Esiste anche una pandemia economica, non dimenticare imprese e famiglie"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ben venga la chiusura della città di Palermo rendendola zona rossa, se questo è utile per la tutela della salute pubblica - afferma Andrea Aiello, neo coordinatore dell’Udc-Italia di Palermo -, ma accanto alla crisi sanitaria esiste una pandemia economica della quale sembra non accorgersi nessuno. Il Sindaco si faccia carico di affrontare anche la questione economica delle famiglie e delle imprese. Con questa corsa a chiudere tutto da oltre un anno, la città forse non morirà di Covid-19, ma sta già morendo di inedia e fame. Nelle periferie, nei quartieri più disagiati è già tangibile il problema economico, ed intere famiglie sono letteralmente alla fame. 

Invitiamo il sindaco a prendere in carico le questioni economiche:  intervenendo immediatamente sulle utenze e sugli affitti comunali con una riduzione sensibile di almeno il 30%, ed attivandosi presso la regione e gli organi del governo per una revisione per legge degli affitti delle attività commerciali, costi che da oltre dieci mesi gravano come macigni sulle attività economiche. 

In ultimo occorre intervenire sulla centrale rischi, occorre che vengano annullate le segnalazioni al Criff perché se togliamo alle imprese oltre che la liquidità proveniente da lavoro anche il supporto delle banche non potranno mai più risollevarsi, e richiamo di trovarci a breve in un cimitero economico. Va ascoltata la voce dei territori, e delle fasce più deboli della popolazione – rincara la dose Elio Ficarra consigliere comunale di Palermo e vicepresidente della commissione società partecipate del comune di Palermo – attualmente completamente dimenticate dall’amministrazione. Ho giornalmente contatti con cittadini ed imprese allo stremo cui è necessario dare risposte concrete ed immediate.
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento