Occhipinti (Comitati civici): “Palermo capitale della cultura? I cittadini vorrebbero solo normalità”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Di candidature di Palermo come capitale di qualsiasi cosa non se ne può più, si tratta solo di un modo per tentare di distrarre i cittadini da tutto quello che non funziona. Autobus inefficienti, Rap in difficoltà, Amat al collasso finanziario, verde abbandonato, pubblica illuminazione obsoleta, personale mal distribuito, cimiteri pieni, uffici incapaci di dare risposte ai cittadini e alle imprese, decisioni smentite ddal Tar o dal Cga: questa amministrazione comunale è un disastro. Orlando usa armi di distrazione di massa, come l'integrazione e gli immigrati, per nascondere quattro anni di fallimenti. I palermitani vorrebbero semplicemente una città normale". Lo dice il capogruppo dei Comitati Civici al consiglio comunale di Palermo Filippo Occhipinti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento