Mercati rionali "selvaggi", La Colla: "Nel 2015 solo 68 verbali e 12 sanzioni, si punisca chi non lavora"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Facendo seguito all'interrogazione presentata in data 4 novembre 2015 dal consigliere comunale del PD, Luisa La Colla, a proposito di "mercati rionali", il comandante della polizia municipale, Vincenzo Messina, fa sapere che nel corso dello scorso anno sono stati elevati 68 verbali di contestazione ai danni di abusivi e si sono tenuti 2 sequestri a carico di ignoti. Ammontano invece a 12 le sanzioni per il conferimento su pubblica via.

"Come si può pensare - commenta e denuncia La Colla - che Palermo possa diventare una città civile e pulita se i primi a non sanzionare le irregolarità sono coloro a cui ciò spetta di competenza? Come si può immaginare che le cose cambino se tutto resta fermo? Queste sono cifre davvero irrisorie. Assistiamo ogni giorno all'occupazione coatta di spazi non destinati a mercati. Vediamo quotidianamente con i nostri occhi decine di abusivi che, dopo aver smontato le loro bancarelle, non hanno nemmeno la decenza di raccogliere i rifiuti. I mercatini si sono estesi a macchia d'olio, perdendo la loro iniziale funzione, eppure nell'anno appena trascorso sono stati contestati solo 68 abusivi e sanzionati 12 cittadini".

In risposta all'interrogazione del consigliere, dal comando di via Dogali fanno sapere inoltre che "le unità deputate ai controlli nei mercatini sono 48, di cui 10 a tempo pieno e 38 in regime part-time. Quelle destinate giornalmente ai servizi in argomento sono 8". "In una metropoli grande come la nostra - continua La Colla - in cui i sobborghi, le periferie sono tanta parte e i mercatini prendono vita anche nel centro storico, come si può ritenere che un numero così esiguo di personale possa essere sufficiente per contrastare l'abusivismo?".

Per quanto concerne la problematica in oggetto, inoltre, dal Suap rendono noto che "di concerto con le Circoscrizioni interessate, si sta procedendo all'individuazione di aree ove allocare alcuni mercati. Ciò nella considerazione che in occasione della messa in funzione del tram occorre tutelare la pubblica incolumità dei cittadini, nonché assicurare il regolare funzionamento della linea tranviaria". In particolare accertamenti tecnici sarebbero in corso al mercato che si svolge nel quartiere CEP "finalizzati allo spostamento degli stalli limitrofi ai binari del tram". Mentre riguardo a quello del quartiere Brancaccio "ci si sta adoperando per individuare, nel breve, un'area alternativa".

"Apprendo con positività - commenta La Colla - che ci si sta muovendo a tal riguardo, ma ancora una volta ciò non è bastevole dal momento che i mercatini ad oggi sono 24, più qualcuno totalmente abusivo. Come già fatto in passato, chiedo nuovamente all'amministrazione di allargare le competenze dei vigili e regolarizzare gli abusivi anche con delle cifre simboliche affinché si permetta a tanti padri di famiglia di portare a casa un pezzo di pane ma allo stesso tempo si riconosca e colpisca chi invade spazi pubblici e sporca. Si faccia inoltre realmente qualcosa per premiare i vigili che fanno realmente il loro dovere (e ce ne sono tanti) e per punire coloro che non fanno nulla o svolgono male il poco lavoro che fanno, a cominciare forse da chi sta a capo e deve controllare e monitorare che tutto vada per il verso giusto".

Torna su
PalermoToday è in caricamento