Scontro totale M5S-Pd: "Partito sia commissariato per mafia", "Pronta querela"

A scatenare la polemica è stato l'arresto dell'ex deputato Dem Paolo Ruggirello per associazione mafiosa. Cancelleri: "Non basta eleggere nuovi segretari di partito mettendo il vestito buono". La replica di Rubino: "Agiremo in sede civile e penale"

Giancarlo Cancelleri

Dalle pagine dei social network alle aule di tribunale il passo è breve. Avrà conseguenze giudiziarie il botta e risposta tra il M5S e il Pd dopo l'arresto dell'ex deputato Dem Paolo Ruggirello per associazione mafiosa. Il pentastellato Giancarlo Cancelleri ha lanciato un duro attacco al Pd siciliano sostenendo che "andrebbe commissariato per mafia". E il vicesegretario del Pd Antonio Rubino ha annunciato la querela.

"Alle numerose indagini e ai frequenti arresti - scrive Cancelleri su Facebook - noi non ci abitueremo mai. Questa è la dimostrazione di come per anni e ancora adesso, la politica siciliana dei partiti, stando a quando apprendiamo dai fascicoli della procura, ha servito e serve la mafia, mettendo in piedi un controllo capillare dei territori per garantire gli unici interessi delle famiglie e curare gli affari mafiosi. Questo è il clientelismo che ha impantanato la Sicilia, questa è l’offerta politica che i partiti hanno fatto ingoiare ai cittadini siciliani a ogni tornata elettorale, non ha importanza che non sia stato eletto, ha comunque falsato l’esito delle elezioni, indirizzando voti e stabilendo equilibri. Non basta eleggere nuovi segretari di partito mettendo il vestito buono, se poi nei territori candidi chi sporca le tue mani di letame. Cominciamo a pretendere pulizia dai partiti, cominciamo a pretenderla dal Pd e da Zingaretti, il Pd siciliano deve essere commissariato per mafia, non ci sono alternative".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediata la replica dei democratici. "Abbiamo dato mandato ai nostri legali - dice Rubino - per agire in sede civile e penale contro l'onorevole Giancarlo Cancelleri per le gravissime offese alla reputazione della comunità del Partito democratico. Affermare su Facebook che il 'Partito Democratico della Sicilia deve essere commissariato per mafia' è assai grave, ma dai Cinquestelle ci si può aspettare questo ed altro, magari domani chiederanno pure la nostra impiccagione - dice Rubino - Nel contempo, vorremmo rassicurare quanti in queste ore si preoccupano della non sospensione dal Pd di Paolo Ruggirello: l'ex deputato del Pd non è iscritto da due anni al partito e pertanto non può essere sospeso. Fiducia nella magistratura, difesa dell'onorabilità del Pd siciliano e della comunità democratica. Tutto il resto, comprese le lezioni di moralità e lo sciacalaggio elettorale, è solo miseria politica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento