Windsurf World Festival, De Filippis: "Italo-belga ostacola manifestazione"

Il consigliere della VII circoscrizione: "Da anni l'evento subisce torti illegittimi da parte della società, a tre giorni dall'inizio si faccia rispettare la legalità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“E’ scandaloso il comportamento assunto dai dirigenti della società Italo-Belga nei confronti di chi da anni organizza un evento di caratura mondiale a Mondello, il Windsurf World Festival da troppo tempo ormai subisce torti illegittimi da parte della società che gestisce con una regolare autorizzazione il tratto di costa che va dall’Albaria al Charleston". Lo dice il consigliere della settima circoscrizione di Fli, Eduardo De Filippis.

"Ad appena tre giorni dall’inizio  della manifestazione - prosegue - l’accesso all’aerea demaniale in concessione  della Italo-Belga attinta dall’autorizzazione demaniale straordinaria concessa dalla Regione Siciliana all’Albaria, è ostruita dall’apposizione di cancelli sul fronte della strada, oltre ad essere occupata da manufatti e strutture varie. Ciò sta provocando stravolgimenti logistici e naturalmente indignazione poiché non vengono rispettate mai le regole".

"Poiché l’Albaria è in possesso di una delibera emanata dal demanio marittimo di Palermo che autorizza l’ente ad utilizzare il suolo occupato abusivamente dalla società Italo Belga, chiedo – conclude De Filippis- l’intervento immediato da parte delle forze dell’ordine , della Capitaneria di Porto e dei dirigenti della Regione Sicilia per far sì che vengano rispettati i principi di legalità, soprattutto dopo che vi è un atto firmato che garantiva determinate condizioni che ad oggi non sono state per niente rispettate”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento