Eventi

Ficarazzi, venerdì va in scena "Chiù scuru di menzanotti po’ fari"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La disoccupazione giovanile, la corruzione e i problemi economici che attanagliano quelle famiglie le quali quotidianamente devono sbarcare il lunario, anche quando un lavoro non c'è, questa è la morale in sintesi del musical "Chiu scuru i menzanotti po' fari", che andrà in scena venerdì 21 agosto alle ore 21,00 presso Piazza Giovanni Paolo II (Relax Park).

Il musical, organizzato dall'associazione teatrale ACAS, mutua in musica e parole le difficoltà che hanno perseguitato le famiglie siciliane negli anni, le quali non si sono mai perse d'animo e hanno fatto del famoso detto siciliano, da cui prende vita il musical, un mantra esistenziale, animate dalla speranza mista alla rassegnazione.

Lo spettacolo racconta di una coppia di aristocratici decaduti, la Baronessa Malfia Bentivoglio ed il Marchese Pepo Lorenzini, nobili squattrinati ma con tanti grilli per la testa, vivono con espedienti di ogni tipo. Il marchese si mette in testa di entrare in un business di un grosso piano di lottizzazione nel territorio comunale per fare soldi. Al fine di realizzare il piano, il marchese non esita a corrompere un assessore del comune ed a coinvolgere un imprenditore locale. L'affare non solo non andrà a buon fine ma renderà il marchese ospite per qualche giorno delle patrie galere.

"Chiu scuru di menzanotti po' fari", ricalca in chiave ironica le vicende socio economiche del popolo siciliano, le quali continuano a susseguirsi inesorabilmente in un plot narrativo tanto comico quanto riflessivo.

Pertanto, l'amministrazione comunale invita la cittadinanza a prendere parte numerosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ficarazzi, venerdì va in scena "Chiù scuru di menzanotti po’ fari"

PalermoToday è in caricamento