Mensa Fincantieri, Dones (SI): "Licenziamento dei lavoratori al limite della legalità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Siamo fortemente preoccupati per il licenziamento dei 12 dipendenti della mensa dei Cantieri navali di Palermo. Si tratta di lavoratori storici, da anni addetti al servizio pasti dello stabilimento Fincantieri, licenziati dopo che l’azienda ha affidato il servizio ad un’altra società. Il loro licenziamento è un ulteriore tegola sul Cantiere navale di Palermo, che negli ultimi anni sta vivendo una crisi profonda, tra la cassa integrazione degli operai Fincantieri e la chiusura di decine di aziende dell’indotto”.

Così Carlo Dones, consigliere dell’Ottava circoscrizione di Sinistra Italiana, interviene sul licenziamento dei lavoratori della mensa dei cantieri, ex dipendenti della Euroristorazione licenziati a seguito del cambio di appalto da parte di Fincantieri a favore della Cot ristorazione, in violazione ai contratti collettivi nazionali di lavoro. Da oggi i lavoratori si trovano in presidio permanente sotto la Prefettura di Palermo, per chiedere l’intervento delle istituzioni in una vicenda al limite della legalità. “Ci auguriamo – continua Dones – che il rispetto del lavoro fin qui svolto da queste persone e quello delle regole legali comporti un passo indietro e la risoluzione della vertenza”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento