La Rai apre le porte all'Ascione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ieri mattina, nell'ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro "Educare alla consapevolezza di sé", trenta studenti dell'Ascione, rappresentanti di ciascun indirizzo dell'Istituto, Chimico, Odontotecnico e Ottico, hanno effettuato una visita di orientamento professionale nel cuore degli studi Rai di Palermo. "Non è più pensabile uno studio settoriale che non tenga conto dell'odierna complessità. Emerge semmai la necessità di una trasversalità dei saperi e di una formazione integrale degli alunni, chiamati a una maggiore flessibilità, anche in vista dell'inserimento nel mondo del lavoro. Ecco allora che anche in un tecnico-professionale occorre curare l'aspetto della comunicazione per far sì che gli alunni di oggi e i professionisti di domani riconoscano e valorizzino il loro potenziale".

Presenta così gli studenti dell'Istituto la Dirigente Scolastica Sara Inguanta, condividendone il percorso didattico alla scoperta di quel vasto mondo culturale e professionale, che lo schermo televisivo rende di facile lettura e quasi familiare. Uno degli obiettivi di #RaiPorteAperte che intende sensibilizzare i giovani a un'informazione corretta, rendendoli protagonisti delle varie fasi di elaborazione mediante l'incontro con le professionalità che vi lavorano, come il tecnico di produzione Emanuele Guida, il giornalista Mario Azzolini e l'assistente ai programmi Alessandra Ribolini che hanno fatto loro da guida nelle varie attività, sezioni e strutture dell'azienda: produzione, montaggio, tg, studi radiofonici, laboratori. "L'utente deve comunque vaccinarsi prima di bere una notizia e quindi accertarsi che sia vera". Sono queste le parole del giornalista Azzolini che ripete, congedandosi, uno degli studenti dell'Ascione: "Un insegnamento che non scorderò facilmente".

Torna su
PalermoToday è in caricamento