Inchino davanti alla caserma allo Zen, Lorefice fa visita ai carabinieri

In occasione della festa dei nonni, l'arcivescovo ha celebrato anche messa nella parrocchia del quartiere. La Fanfara del 12esimo reggimento ha suonato prima sul sagrato della chiesa e poi vicino alla stazione per ricambiare il segno d'affetto dei residenti

In occasione della festa dei nonni, l'arcivescovo Corrado Lorefice, questo pomeriggio alle 16.30, ha celebrato la santa messa all’interno della chiesa parrocchiale di San Filippo Neri. A seguire l’Arcivescovo ha fatto visita alla stazione dei carabinieri dello Zen - dove pochi giorni fa durante una processione religiosa in onore del santo Padre Pio, il corteo ha omaggiato con “l’inchino” l’arma - dove è stato ricevuto dal comandante provinciale Arturo Guarino e dal comandante della stazione locale Davide De Novellis. In caserma anche un gruppo di bambini che partecipano ad alcuni laboratori curati dall’associazione Bayty baytik, nell’ambito del progetto “Varcare la soglia” de “L’albero della vita”. Lo scopo è quello di rafforzare il legame fra gli alunni e i loro "maestri carabinieri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il laboratorio è uno dei progetti “Cultura della legalità”, promosso dal comando generale dell’Arma con l’obiettivo di alimentare la fiducia nelle istituzioni, anche nei quartieri più disagiati. Il vescovo è stato felice di incontrare in caserma tanti bambini del quartiere che vedono nel carabiniere, non solo l’istituzione, ma un loro amico, e ha ringraziato i militari per l’impegno e l’entusiasmo con cui svolgono il servizio in un contesto così difficile. L’evento odierno è stato animato dalle note della Fanfara del 12esimo reggimento Carabinieri Sicilia, che ha suonato prima sul sagrato della Chiesa e poi in prossimità della Stazione, ricambiando il segno di affetto dei residenti del quartiere. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento