Villa Di Napoli "strappata" al degrado: affidata alla Sovrintendenza in comodato gratuito

La dimora seicentesca del quartiere Calatafimi dal 2007 è parte del patrimonio della fondazione Orchestra sinfonica siciliana che però non ha i fondi per metterla in sicurezza. Da qui la decisione di chiamare in causa la Sovrintendenza ai Beni culturali

Villa Di Napoli

Villa Di Napoli, la dimora seicentesca del quartiere Calatafimi che ingloba i resti dell’antica Cuba Soprana e che dal 2007 è parte del  patrimonio dell'Orchestra sinfonica siciliana, viene affidata in comodato gratuito alla Sovrintendenza ai Beni culturali. Lo ha deciso il cda della fondazione per "assicurare la tutela e la conservazione del monumento, facendo eseguire tutti i lavori necessari e urgenti per rimuovere ogni eventuale pericolo di rovina del complesso e ogni pericolo per le persone".

Sarà lo stesso presidente della fondazione Orchestra sinfonica Stefano Santoro a curare gli aspetti contrattuali. “La Foss non ha i mezzi per metterla in sicurezza – speiga - una volta eliminate le criticità il bene potrà essere restituito alla Foss e utilizzato come sedi di concerti e altre manifestazioni culturali".

La delibera è stata trasferita al dipartimento regionale per il Turismo, all’assessore regionale all’Economia e al presidente della Regione. Nella stessa seduta è stata assunta la decisione "di sottoscrivere i contratti urgenti per la stagione in corso e di incaricare il maestro Marcello Panni di stilare il programma estivo della stagione sino all’inizio della sessantunesima stagione artistica 2019/20 che prenderà il via il 25 ottobre 2019". Inoltre, la direzione artistica ha avuto l’incarico "di procedere alla selezione tramite audizioni per l’assunzione a tempo determinato dei musicisti necessari al completamento della pianta organica limitatamente alla stagione 2019/20, primo passo verso il completamento dell’organico a 102 professori d’orchestra". Firmato inoltre il contratto con la cantante tedesca Ute Lemper. Sarà la protagonista di due attesi concerti il 3 e 4 maggio con l’Orchestra Sinfonica diretta da Tonino Battista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Fondazione- si legge in una nota - intende anche porre un freno agli eccessi del contenzioso legale. Per far ciò ha deliberato di conferire l’incarico a un legale patrocinante in Cassazione per resistere a tutti i gradi di giudizio, oppure di avviare una  transazione al fine di contenere i dispendiosi oneri a carico della Fondazione. Sull’eventualità di un’azione legale nei confronti dell’ex sovrintendente Giorgio Pace, il presidente Santoro ha richiesto l’acquisizione di tutti gli atti per un’accurata visione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento