menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agostino Giaccone, il padre Giuseppe ed Emanuele Ferreri

Agostino Giaccone, il padre Giuseppe ed Emanuele Ferreri

Via Messina Marine, "picchiati e rapinati dopo un incidente": tre arresti

Le vittime, ancora terrorizzate, prima hanno raccontato quanto successo ai carabinieri e poi gli hanno indicato gli aggressori. In manette due giovani di 28 e 20 anni, e il padre 63enne di uno di loro

Picchiati e rapinati dopo un incidente. E' successo ieri mattina in via Messina Marine, dove i carabinieri hanno arrestato tre persone che nel frattempo si erano "rifugiate" all'interno di una gastronomia. In manette sono finiti Agostino Giaccone, 28 anni, il padre Giuseppe di 63 ed Emanuele Ferreri di 20 anni.

Le vittime dell'aggressione hanno chiamato i carabinieri, che sono arrivati sul posto intorno alle 7. Ancora terrorizzati, hanno raccontato all’equipaggio di una gazzella del nucleo Radiomobile che mentre stavano parcheggiando nei pressi di una gastronomia, avevano avuto un lieve incidente. Dopo il quale sono stati aggrediti e rapinati da tre persone che gli avevano portato via i cellulari, allontanandosi.

Giunte all'interno dell'esercizio commerciale le vittime hanno riconosciuto due degli aggressori, che hanno ammesso ai militari quanto successo aggiungendo che i telefoni delle vittime erano stati presi da Giuseppe Giaccone, padre di Agostino. E proprio a casa di Giaccone i carabinieri hanno trovato i cellulari, che sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Le vittime dell'aggressione, una volta in caserma, hanno anche riconosciuto Giaccone come terzo aggressore.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria: i tre sono stati arrestati per "concorso in rapina aggravata". Mentre sono state contestate le lesioni personali per i soli Giuseppe Giaccone ed Emanuele Ferreri. Portati in Tribunale, dopo la convalida degli arresti, Giuseppe è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, mentre gli altri due all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento