menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Google

Foto Google

Via Lanza di Scalea, minaccia di uccidere moglie e figli: arrestato 40enne

In manette per atti persecutori anche un altro uomo, che avrebbe perseguitato l'ex fidanzata telefonandole a qualsiasi ora del giorno e della notte e seguendola anche sul posto di lavoro

Due uomini sono stati arrestati nelle ultime 24 ore dalla polizia con l'accusa di stalking. Il primo a finire in manette è stato C.M., 40 anni, con precedenti di polizia. Gli agenti sono intervenuti per la segnalazione di una lite in famiglia in un appartamento nei pressi di via Lanza di Scalea. Al loro arrivo la donna ha raccontato, tra le lacrime, che il marito la minacciava e maltrattava ormai da anni. A nulla erano valsi l'ordinanza di allontanamento e il divieto di avvicinamento ai propri familiari emessi dal giudice. Al contrario l'uomo si era detto pronto a uccidere moglie e figli pur di non lasciare la casa coniugale. Per il 40enne sono così scattate le manette e la denuncia per violenza sessuale.

Arrestato per stalking anche F.T.V., 40 anni. I poliziotti dell'ufficio Prevenzione generale e soccorso pubblico lo hanno fermato in via La Farina. L'uomo, che già aveva precedenti denunce per lo stesso reato, è stato sorpreso in strada mentre minacciava e insultava la sua ex fidanzata. La donna ha raccontato agli agenti di aver subito negli ultimi mesi continue vessazioni. Il 40enne, nel tentativo di convincerla a tornare insieme, aveva iniziato a telefonarle a ogni ora del giorno, ad appostarsi davanti casa e a pedinarla fino al posto di lavoro, importunandola davanti a clienti e titolari. In un'occasione era arrivato anche ad aggredire un collega dell'ex fidanzata intervenuto per difenderla. Sono così scattate le manette.Entrambi gli stalker si trovano adesso al Pagliarelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento