Cronaca Libertà / Via Imperatore Federico, 70

Protestano i lavoratori della Formazione: “Massacro e carneficina sociale”

Due sit in organizzati davanti alla sede del dipartimento Lavoro di via Imperatore Federico e davanti alla presidenza della Regione in piazza Indipendenza. Attendono tra le 12 e le 26 mensilità. “Senza atti concreti la lotta si farà sempre più aspra”

Lavoratori davanti all'assessorato al lavoro - foto archivio

Attendono tra le 12 e le 26 mensilità. E i sindacati parlano di “massacro e carneficina sociale”. Sono gli operatori della Formazione degli sportelli multifunzionale che stamattina sono scesi in piazza per protestare contro il governo Crocetta. Due manifestazioni, davanti alla sede del dipartimento Lavoro di via Imperatore Federico e davanti alla presidenza della Regione in piazza Indipendenza, che hanno creato diversi disagi al traffico. Oltre al Governatore sono sott’accusa gli assessori alla Formazione e al Lavoro Nelli Scilabra e Giuseppe Bruno.

“Da mesi gli addetti sono senza stipendio e senza alcuna certezza sul futuro - afferma Giovanni Migliore della Cisl -. Il governo metta in campo atti e misure di sostegno al reddito per arginare il massacro degli operatori della Formazione professionale. Senza atti concreti la lotta si farà sempre più aspra, i lavoratori di certo non si sottrarranno".

“Scilabra e Bruno trovino subito - conclude Migliore - le opportune soluzioni per dare sostegno al reddito, sblocchino immediatamente le retribuzioni dei lavoratori che attendono ancora tra le 12 e le 26 mensilità, ma soprattutto, strutturino i servizi per il lavoro, diano avvio ai percorsi di obbligo di istruzione il cui ritardo ha conseguenze anche di rilevo penale, infine avviino delle attività della terza annualità del Piano Giovani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protestano i lavoratori della Formazione: “Massacro e carneficina sociale”

PalermoToday è in caricamento