Cronaca Libertà / Via Archimede

Via Archimede allagata, residenti di Borgo Vecchio bloccano la strada: "Viviamo in una fogna a cielo aperto"

Cinque anni fa, durante i lavori per l’anello ferroviario, sono state deviate alcune falde e ancora oggi non si è trovato un rimedio per impedire che l'acqua entri in scantinati, tombini e scarichi dei palazzi. "Siamo stanchi di essere trattati come cittadini di serie B, il Comune risolva questa situazione inqualificabile"

Da cinque anni, ogni giorno, un mix di acqua e liquami allaga puntualmente via Archimede. Così un gruppo di residenti e di attivisti del centro sociale Anomalia, "stanchi di essere trattati come cittadini di serie B", ha bloccato la strada per protestare contro una situazione che definiscono "inqualificabile".

"A seguito dei lavori per l’anello ferroviario - dicono - alcune falde acquifere sono state maldestramente deviate fino a comportare il continuo allagamento della zona. Il problema si è via via esteso coinvolgendo scantinati, tombini e scarichi dei palazzi".

Gli abitanti di via Archimede si ritrovano a "convivere con una fogna a cielo aperto sotto casa, a due passi dalle scuole, all’uscita dal porto turistico della città. Più volte sollecitati - concludono - gli uffici competenti del Comune non sono mai intervenuti. Solo qualche iniziativa tampone di pulizia e nessuna soluzione al grave problema dimostrano il totale disinteresse delle istituzioni cittadine verso alcune aree della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Archimede allagata, residenti di Borgo Vecchio bloccano la strada: "Viviamo in una fogna a cielo aperto"

PalermoToday è in caricamento