rotate-mobile
Cronaca Brancaccio / Via Azolino Hazon

"Vampe" di San Giuseppe e teppisti scatenati, a Brancaccio sassi contro vigili del fuoco e Rap

E' accaduto in via Azolino Hazon. Malgrado i divieti anti Coronavirus, anche in altre zone della città sono state date alle fiamme cataste di legna e mobilio. Oltre 50 gli interventi effettuati nella notte per domare gli incendi

Oltre 50 gli interventi effettuati nella notte dai vigili del fuoco per spegnere le "vampe" di San Giuseppe disseminate in giro per la città e perfino una sassaiola ai danni di due squadre di operai Rap intervenuti a Brancaccio per rimuovere alcune cataste di legna e mobilio. E' accaduto in via Azolino Hazon, dove ieri un gruppo di giovani teppisti (circa una decina) ha preso di mira anche i vigili del fuoco che alla fine hanno spento il rogo.

Sul posto anche la polizia. Per loro super lavoro in tutta la città per scortare i vigili del fuoco, intervenuti per domare gli incendi delle "vampe" alla Guadagna, nei pressi del ponte di ferro; in via Tiro a Segno; a Brancaccio ,vicino alla chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi e a piazza Ignazio Calona. E ancora: via Simoncini, via Scaglione, via dei Mulini, via Mario Benso, via Rocky Marciano, via tenente Giuseppe Anelli. 

A nulla è valso l’appello lanciato dalle autorità in questi giorni per evitare il ripetersi di una tradizione che in questo momento comporta anche il mancato rispetto delle norme anti Coronavirus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vampe" di San Giuseppe e teppisti scatenati, a Brancaccio sassi contro vigili del fuoco e Rap

PalermoToday è in caricamento