Cronaca

La droga viaggiava nelle mutandine delle ragazzine: condannato a 2 anni e 9 mesi

Protagonista delle vicenda un uomo di 40 anni, accusato di avere impiegato due minorenni, nascondendo la droga nei loro indumenti intimi, per il trasporto dello stupefacente da Palermo a Menfi

I giudici d'appello hanno riconosciuto il fatto di lieve entità con riferimento alla cocaina e ridotto la pena da 5 anni di reclusione e 24 mila euro di multa a 2 anni e 9 mesi e 7500 euro per Giuseppe Sanzone, di 40 anni, di Menfi, il personaggio centrale dell'operazione antidroga "Street Food", attualmente sottoposto all'obbligo di dimora nel comune di residenza e di presentazione alla polizia giudiziaria. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia.

Sanzone, difeso dagli avvocati Accursio Gagliano e Alice Lupo, era accusato anche di avere impiegato due minorenni, nascondendo la droga nei loro indumenti intimi, per il trasporto dello stupefacente da Palermo a Menfi.

Al processo di primo grado, celebrato con il rito abbreviato, il pubblico ministero, Michele Marrone, aveva chiesto nei suoi confronti 8 anni di reclusione e 60 mila euro di multa. La difesa ha sostenuto che per parte dei fatti contestati Sanzone era già stato giudicato ed aveva subito una condanna, in primo grado, a 3 anni di reclusione. Sanzone, secondo l'accusa, avrebbe impiegato anche le due ragazze, di età inferiore a 14 anni, per l'acquisto dello stupefacente a Palermo e per il trasporto della droga. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La droga viaggiava nelle mutandine delle ragazzine: condannato a 2 anni e 9 mesi

PalermoToday è in caricamento