rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Termini Imerese

"In vendita bigiotteria non a norma", maxi sequestro della Finanza in un negozio cinese

Il controllo in un'attività a Termini Imerese. L'operazione si è conclusa con il sequestro di 150 mila articoli tra bracciali, brillantini, orecchini e fermacapelli. L'esercente è stato segnalato alla Camera di Commercio

Brillantini, bracciali, orecchini e fermacapelli erano in vendita anche se non rispettavano la normativa sulla sicurezza dei prodotti. Per questo motivo la guardia di finanza è intervenuta in un negozio gestito da un commerciante di etnia cinese a Termini Imerese. L'operazione si è conclusa con il sequestro di 150 mila articoli e la segnalazione dell'esercente alla Camera di Commercio.

In particolare le fiamme gialle, nel corso dell’ispezione all’interno dei locali commerciali, hanno rinvenuto sugli espositori "migliaia di articoli privi del previsto marchio CE, nonché delle indicazioni del produttore e importatore, del luogo d’origine e delle istruzioni e precauzioni per l’utilizzo in violazione alla normativa sul commercio (Codice del Consumo) che impone il divieto di commercio sul territorio nazionale di qualsiasi articolo o confezione di prodotto che non riporti in forme chiaramente visibili e/o leggibili in lingua italiana tutte le informazioni destinate ai consumatori, quali ad esempio produttore, importatore e caratteristiche qualitative del prodotto".

Il legale rappresentante dell’impresa è stato segnalato alla locale Camera di Commercio per l’irrogazione della sanzione amministrativa che può arrivare fino a un massimo di 25.823 euro.




 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In vendita bigiotteria non a norma", maxi sequestro della Finanza in un negozio cinese

PalermoToday è in caricamento