Cronaca

Termini, rubano gasolio da una nave con l'aiuto di un dipendente: presi

Durante le operazioni di sbarco della “Florencia”, del gruppo “Grandi Navi Veloci”, i carabinieri hanno notato una manovra sospetta da parte di un furgone. I due uomini a bordo hanno ammesso di aver pagato 700 euro per 800 litri di carburante

Approfittando della “confusione” dopo l’attracco al porto hanno rubato circa 800 litri di gasolio dalla nave “Florencia” del gruppo “Grandi Navi Veloci” con un "aiutino" dall'interno. E’ successo ieri a Termini Imerese, dove i carabinieri hanno arrestato tre persone: tra loro un dipendente della società navale, P.F. di 54 anni. Gli altri sono due disoccupati di Termini: G.S. ed E.F.S, entrambi di 52 anni.

Dopo essere giunta in molo da Civitavecchia, sono iniziate le normali procedure di sbarco della nave. Ma i militari, hanno notato una manovra insolita da parte di un "furgone cassonato". I carabinieri lo hanno fermato e gli occupanti hanno subito ammesso il fatto. Secondo la loro versione avrebbero pagato 700 euro il complice, dipendente della compagnia, per avere in cambio circa 800 litri di carburante.  

I tre sono stati arrestati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria la quale, al termine del giudizio direttissimo, ha condannato G.S. ed E.F.S  a nove mesi - pena sospesa - ed alla multa di 350 euro. Mentre P.F. alla pena di otto mesi - pena sospesa - ed alla multa di trecento euro.
Inoltre a G.S. è stata inflitta anche la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini, rubano gasolio da una nave con l'aiuto di un dipendente: presi

PalermoToday è in caricamento