Termini Imerese, cattivi odori nell'area industriale: chiesto l'intervento dell'Arpa

A denunciare il fatto è la Cgil: "Urge un vertice per conoscere lo stato di avanzamento dei controlli sul territorio e scongiurare problemi legati alla salute"

Ancora odori forti e sgradevoli nell'area industriale di Termini Imerese, nonostante lo stop alle attività dell'impianto di compostaggio Ecox. A denunciare il fatto sono la Cgil Palermo e la Cgil di Termini Imerese che chiedono un incontro urgente all'Arpa per conoscere lo stato di avanzamento dei controlli sul territorio termitano e il loro esito, in particolare nella zona dell'area industriale.

"Occorre accelerare le procedure burocratiche affinché si faccia chiarezza definitiva al più presto e si scongiurino problemi legati alla salute - dichiarano Calogero Guzzetta, segretario Cgil  Palermo, e Laura Di Martino, responsabile  Camera del Lavoro zonale di Termini Imerese - In questo momento di emergenza per il Coronavirus, il territorio di Termini Imerese si trova in una situazione di ulteriore disagio, aggravata dal potenziale pericolo provocato dalle insopportabili emissioni odorigene e da tutto ciò che ne consegue".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' indispensabile una tempestiva verifica sulla regolarità dello smaltimento dei rifiuti, in particolare liquidi - aggiungono - Chiediamo pertanto alle autorità preposte di attivare con urgenza tutte le procedure previste dalla normativa vigente, al fine di scongiurare ripercussioni sulla salute e la sicurezza di lavoratori, cittadini e passanti. Il persistere di questa condizione sta ulteriormente danneggiando l'economia termitana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento