Si apre cancello elettrico ed entrano: agenti scovano droga in un box, arrestato 25enne

E' successo in zona Oreto. In casa, dentro un cassetto in camera da letto, nascondeva 11 mila euro. I poliziotti hanno trovato hashish e marijuana. Durante la perquisizione trovate le chiavi di un secondo garage utilizzato per custodire cocaina

La droga e i soldi sequestrati

Aveva nascosto dentro un box auto in zona Oreto hashish e marijuana ma è stato scoperto e arrestato in flagranza. In manette per spaccio è finito Giovanni Cavallaro, 25enne palermitano, con precedenti per droga. I poliziotti stavano effettuando dei controlli in abiti civili nel quartiere quando, vicino via Bernardino d’Ucria, hanno notato il giovane, a loro già noto, a bordo di una Smart mentre entrava in un garage dopo aver aperto con un telecomando un cancello elettrico.

Gli agenti sono scesi dall'auto e prima che il cancello si richiudesse lo hanno varcato, hanno seguito Cavallaro e lo hanno bloccato mentre stava aprendo la porta di un box auto dal quale fuoriusciva un forte odore. All'interno i poliziotti hanno trovato due secchi di plastica con circa un chilo di marijuana e in un sacchetto circa 250 grammi di hashish. 

Gli agenti hanno poi perquisito Cavallaro e gli hanno trovato addosso le chiavi di un altro garage in via Bivona. E' scattata l'ispezione che ha portato al ritrovamento di circa 240 grammi di cocaina dentro un sacchetto in plastica, due panetti di hashish (circa 200 grammi), un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento dello stupefacente.

A questo punto gli agenti hanno deciso di perquisire anche la casa del 25enne dove hanno trovato altra droga. In camera da letto erano nascosti circa 10 grammi di cocaina, mezzo panetto di hashish di circa 20 grammi, un bilancino di precisione, un cucchiaio ancora sporco di droga e altro materiale utilizzato per il confezionamento. All’interno di un cassetto, sotto alcune magliette, infine c'erano 11 mila euro in banconote di diverso taglio. La droga e i soldi sono stati sequestrati insieme a due smartphone.

Cavallaro è stato portato al Pagliarelli. "Indagini in corso per accertare la provenienza dello stupefacente trovato che - affermano dalla Questura - non si esclude potesse essere destinato ad ambienti della borghesia palermitana".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento