Cronaca Mezzojuso

Mezzojuso, prendevano il Reddito ma gestivano autolavaggio abusivo: denunciati

Nel mirino della guardia di finanza anche un'officina. Entrambe le attività erano prive di tutte le autorizzazioni previste dalla legge. Contestata ai titolari la violazione alla normativa amministrativa di settore

Sequestrate due attività completamente abusive a Mezzojuso e scoperti due "furbetti" del reddito di cittadinanza. Nel mirino dei finanzieri della Compagnia di Bagheria un'officina e un autolavaggio privi di tutte le autorizzazioni previste dalla legge. "Due soggetti - spiegano dal Comando provinciale - gestivano le attività, in due locali attigui, senza alcuna autorizzazione ambientale per lo scarico delle acque reflue, in assenza di qualsivoglia autorizzazione amministrativa per l’inizio dell’attività e senza aver dichiarato la propria posizione al Fisco".

Le fiamme gialle hanno contestato ai titolari la violazione alla normativa amministrativa di settore e informato le autorità competenti che provvederanno a multarli: le sanzioni possono andare da 5.164 a 15.493 euro. I titolari dell'autolavaggio inoltre sono stati denunciati alla Procura di Termini Imerese per i reati in materia ambientale per l’assenza delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue industriali e olii esausti. Sequestrate infine le attrezzature trovate all'interno dell'officina e dell'autolavaggio.

Da successivi accertamenti eseguiti in sinergia e collaborazione con l'Inps, è emerso che i due soggetti, erano percettori del reddito di cittadinanza. Sono stati segnalati pertanto all'ufficio previdenziale per l’irrogazione della sanzione amministrativa di revoca/decadenza del beneficio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzojuso, prendevano il Reddito ma gestivano autolavaggio abusivo: denunciati

PalermoToday è in caricamento