rotate-mobile
Cronaca

Rinnovo contratto dirigenti regionali fermo al palo, la Cisl Fp Sicilia tuona: "Inaccettabili rimpalli di responsabilità"

Il sindacato chiede al Governo di trovare il modo di arrivare al risultato: "Pretendiamo un dialogo e un confronto sincero rispetto ad un tema così importante"

L'anno sta volgendo al termine ma il rinnovo del contratto dei dirigenti regionali, che risale al 2006, è fermo al palo. La Cisl Fp Sicilia non ci sta e attacca la Regione. "Assistiamo ancora a un inaccettabile rimpallo di responsabilità tra Aran, assessore alla Funzione pubblica e Giunta e - dichiarano il segretario generale Paolo Montera, il segretario regionale dei dipendenti della Regione, Fabrizio Lercara e il responsabile della categoria, Paolo Luparello - a pagare le spese di questi tira e molla è un'intera categoria di lavoratori il cui ultimo rinnovo contrattuale risale a circa 15 anni addietro". 

I tempi stringono e il sindacato chiede al Governo di trovare il modo di arrivare al risultato: "È assurdo che non sappia qual è la procedura corretta da seguire. E non vogliamo credere – aggiungono i sindacalisti - che dietro questi tentennamenti ci sia piuttosto la volontà politica di far semplicemente passare il tempo, con la fine della legislatura alle porte. Ognuno si attivi, per la propria parte di competenza, affinché si applichino le norme vigenti per riproporre il contratto alla Corte dei Conti. Pretendiamo un dialogo e un confronto sincero rispetto ad un tema così importante. In assenza di risposte, non esiteremo - concludono - ad attivare ogni azione utile a tutela dei diritti dell’intera categoria".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovo contratto dirigenti regionali fermo al palo, la Cisl Fp Sicilia tuona: "Inaccettabili rimpalli di responsabilità"

PalermoToday è in caricamento