Cronaca

“Aprite, c’è una perdita d’acqua”, coppia di anziani rapinata in casa

I due coniugi si trovavano nel proprio appartamento, nel quartiere Villaggio Santa Rosalia. Dopo aver spalancato la porta si sono trovati davanti a 4 malviventi che li hanno immobilizzati. La banda è fuggita con 4.700 euro e oggetti in oro

Una coppia di anziani è stata rapinata in casa questa mattina. I due coniugi si trovavano nel proprio appartamento a Villaggio Santa Rosalia, quando sono stati allertati da una presunta perdita d'acqua proveniente dalla porta d'ingresso. Dopo aver aperto, l'uomo è stato affrontato da 4 malviventi, uno dei quali col volto coperto.

Marito e moglie sono stati immobilizzati mentre i rapinatori rovistavano le stanze. I ladri sono riusciti a portare via un bottino di 4.700 euro in contanti ed oggetti in oro da quantificare. Le vittime non hanno riportato ferite, ma solo tanta paura. Questo ulteriore grave episodio getta una nuova luce sul fenomeno delle rapine in appartamento a Palermo, perpetrate con modalità sempre nuove e diversificate nei confronti di persone anziane.

Per questo la Polizia raccomanda la massima prudenza quando si sente suonare il campanello di casa. “Bisogna – raccomandano dalla Questura - guardare sempre dallo spioncino. Non aprire mai a chi si accrediti quale dipendente di ente od associazione se prima non ci si accerti telefonicamente con l’ente stesso. Se lo stabile è munito di servizio di portierato, utile invitare lo sconosciuto a farsi accompagnare dal portiere. Aprire, eventualmente, solo uno spiraglio della porta senza togliere il gancio o la catena di sicurezza. Chiamare, al minimo sospetto, il “113”; non mandare ad aprire la porta bambini, a meno che non ci sia certezza sull’identità di chi suona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Aprite, c’è una perdita d’acqua”, coppia di anziani rapinata in casa

PalermoToday è in caricamento