menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carrello della spesa recuperato pieno di rifiuti

Il carrello della spesa recuperato pieno di rifiuti

Ripulito il lungomare di Capaci: raccolti 100 sacchi di rifiuti, recuperato anche un carrello della spesa

L'iniziativa è stata organizzata dall'amministrazione comunale. Tra la spazzatura pneumatici e tantissime scarpe. Il sindaco Puccio: "Una giornata bellissima che ci incoraggia a continuare i cantieri civici" 

Una settantina di volontari hanno raccolto cento sacchi di spazzatura. Sono i numeri della pulizia straordinaria del lungomare di Capaci, organizzata dall'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Pietro Puccio, che ieri ha visto scendere in campo diverse associazioni. Tra queste anche Liberambiente, promotrice la settimana scorsa della pulizia del lungomare di Carini. "Ieri - dichiara Salvo Cirasa, del direttivo LiberAmbiente - non potevamo mancare. Il nostro obiettivo era eliminare quanti più rifiuti possibili, prima che la mareggiata in corso li riportasse in mare. La spazzatura - racconta - é stata tutta divisa per categoria e sono stati riempiti più mezzi comunali".

Tra i rifiuti anche una bottiglia di detersivo proveniente dalle coste del Nord Africa (come si evince dall'etichetta in doppia lingua francese e arabo). Non mancano poi scarpe, pneumatici, una notevole quantità di rifiuti ingombranti e un carrello della spesa. La plastica, il vetro e il metallo sono stati separati per essere avviati al riciclo. "Una giornata bellissima - commenta il sindaco Puccio - che ci incoraggia a continuare i cantieri civici tutte le settimane. Tanti cittadini - continua il primo cittadino - hanno ripreso a frequentare i luoghi ripuliti". Ripulita anche la villa a mare: gli alberi sono stati potati e le erbacce estirpate. "Dopo 20 anni di abbandono - conclude il sindaco - la stiamo recuperando, è un luogo bellissimo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento