Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Il siciliano Giuseppe Benedetto alla presidenza della Fondazione Einaudi

Parla siciliano la storica Fondazione Einaudi, prestigioso ente culturale italiano. Alla guida l'avvocato Giuseppe Benedetto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Parla siciliano la storica Fondazione Einaudi, prestigioso ente culturale italiano. Alla presidenza è stato eletto il siciliano Giuseppe Benedetto, presidente della Fondazione Piccolo. Nel rinnovato cda della Fondazione Einaudi è entrato a far parte anche un altro siciliano: è il giovane avvocato Andrea Pruiti Ciarello, anch'egli consigliere della Fondazione Piccolo.

Si è conclusa quindi positivamente la vicenda che ha portato la Fondazione Einaudi a ricercare un nuovo assetto atto a superare le difficoltà nelle quali è venuta a trovarsi in questi ultimi mesi. Oggi è possibile, con legittima soddisfazione, annunciare che la Fondazione Einaudi è stata messa in sicurezza dai liberali storici, che hanno trovato un'interlocuzione di alto profilo culturale con la Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, una delle più antiche e gloriose istituzioni culturali italiane.

Il ruolo di vicepresidente è stato assegnato al noto giornalista e politologo Davide Giacalone. I nuovi membri saranno accompagnati nell'opera di rilancio dai prestigiosi nomi che hanno rappresentato sino ad ora la continuità storico-politica della Fondazione Einaudi, ad iniziare dal presidente d'onore Mario Lupo a cui va l'unanime riconoscimento di essersi adoperato in ogni modo per raggiungere il risultato del salvataggio della Fondazione e che ha oggi garantito al nuovo CdA il proseguimento della Sua preziosa opera nell'interesse della Fondazione Einaudi.

Il presidente Benedetto ha voluto ricordare, con gratitudine e commozione, il liberale Gaetano Martino, siciliano anch'egli e primo Presidente della Fondazione Einaudi, padre nobile dell'Europa che si andava a costituire, statista e più volte ministro nonché fisiologo di fama mondiale.

Pruiti, nel ringraziare l'assemblea per l'onore accordatogli, ha voluto evidenziare come oggi la Fondazione Einaudi rappresenti il punto più alto ed autorevole di quella cultura laica, liberal democratica, che tanto ha dato alla storia più alta e nobile del nostro Paese. In questo filone culturale, tra l'altro, si iscrive la prestigiosa rassegna intitolata "la cultura del dubbio", che in questi ultimi tre anni ha caratterizzato alcuni dei momenti più significativi delle iniziative culturali della Fondazione Piccolo, curata dallo stesso Andrea Pruiti Ciarello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il siciliano Giuseppe Benedetto alla presidenza della Fondazione Einaudi

PalermoToday è in caricamento