rotate-mobile
Cronaca

Pino Maniaci in Procura: "Sono sereno, chiarirò tutto al gip"

Queste le poche parole che il direttore di Telejato ha detto prima del suo ingresso in tribunale. Al suo fianco gli avvocati Antonio Ingroia e Bartolo Parrino, che lo accompagneranno nell'interrogatorio di garanzia

"Chiarirò tutto al gip, risponderò alle domande e darò una spiegazione su tutto quello che mi viene contestato". Con queste poche parole il giornalista Pino Maniaci, indagato per estorsione ai sindaci di Borgetto e Partinico, ha fatto il suo ingresso al tribunale di Palermo, dove ad attenderlo c’è il gip Ferdinando Sestito, che lo sottoporrà all’interrogatorio di garanzia al fianco dei suoi avvocati Antonio Ingroia e Bartolo Parrino. Secondo gli inquirenti avrebbe intascato soldi dai sindaci per adottare una "linea più morbida" con i suoi servizi su Telejato, la piccola emittente televisiva di Partinico. Accuse che il giornalista ha rigettato, chiudendosi poi nel silenzio e non risponde più al telefono.

VIDEO - LE INTERCETTAZIONI

E’ arrivato in giacca e cravatta, con la sigaretta tra i denti e il cellulare in mano. Prima di entrare nel palazzo nuovo del tribunale è stato "assalito" dai giornalisti, ai quali ha risposto con un sorriso a denti stretti e lasciando trasparire serenità: "Sono tranquillo". Negli ultimi giorni Maniaci, come disposto dal gip, si è dovuto allontanare dalle province di Palermo e Trapani. "Vivo in un località segreta, come i pentiti", ha detto scherzando. In quei duecento metri prima di fare il suo ingresso in Procura ha chiarito: "Prima dell'interrogatorio non parlo". Alcune risposte potrebbero arrivare dalla conferenza indetta dai suoi legali che, però, dovrà essere "autorizzata" dal gip.

LEGGI ANCHE - AL TELEFONO CON L'AMANTE: "TI FACCIO ASSUMERE IO"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pino Maniaci in Procura: "Sono sereno, chiarirò tutto al gip"

PalermoToday è in caricamento