Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca

Picchia la madre e la chiude in una stanza con un rottweiler: arrestato 30enne

Un palermitano (sorvegliato speciale) è stato arrestato dai carabinieri di Carpi con l’accusa di maltrattamenti in famiglia: ha iniziato a picchiare la madre perché lei non era d’accordo con la sua relazione con una donna sposata

Arrestato con l'accusa di maltrattamenti. Un palermitano di 30 anni è finito in manette a Carpi. L'uomo era sotto sorveglianza speciale a San Prospero, per vari reati contro il patrimonio e la persona commessi in Sicilia. La madre si opponeva alla sua relazione sentimentale e secondo quanto ricostruito per questo lui ha iniziato a picchiarla.

Il palermitano aveva deciso di scontare la pena nella casa della madre, una donna di 49 anni residente nella bassa Modenese. Ma i problemi sono nati quando l’uomo ha iniziato a frequentare una donna sposata, rapporto a cui il genitore si opponeva. Dalla divergenza di opinioni sono scoppiate liti, poi diversi episodi di violenza da parte del figlio, l’ultimo avvenuto ieri, quando il trentenne ha iniziato a colpire la madre con una sedia. Le urla della donna hanno messo in allarme la vicina di casa che ha subito allertato i carabinieri del nucleo di Carpi.

I militari dell'Arma hanno sorpreso il palermitano nel cortile della casa ed hanno ascoltato il resoconto della madre, che ha raccontato di aver subito diverse angherie da parte del figlio. Durante liti precedenti, lui le aveva rotto una costola e l’aveva terrorizzata richiudendola in una stanza con un rottweiler. Il palermitano, la cui lista di reati è iniziata quando era ancora minorenne, è stato tratto in arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la madre e la chiude in una stanza con un rottweiler: arrestato 30enne

PalermoToday è in caricamento