rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Marina

"Minaccia, perseguita e maltratta l'ex compagna per mesi": arrestato 36enne

Il provvedimento dopo due richieste di intervento arrivate alla polizia in due giorni consecutivi. La prima volta l'uomo si è presentato sotto casa della vittima, la seconda l'ha seguita e bloccata per strada. La donna ha anche subito il danneggiamento dell'auto

Un uomo di 36 anni è stato arrestato per atti persecutori nei confronti della donna con la quale aveva avuto una relazione. Il provvedimento arriva dopo due richieste di aiuto, che hanno fatto scattare le indagini. Lo scorso 6 febbraio in piazza Marina gli agenti di polizia del commissariato "Centro" sono intervenuti su richiesta della sorella della vittima, preoccupata dalla presenza dell'uomo nei pressi della loro abitazione. Il secondo intervento è stato chiesto l'indomani dalla stessa vittima in via degli Schioppettieri. La donna era stata raggiunta in strada dall'uomo - F.F. di origini romane - che l'aveva afferrata per un braccio. In quell'occasione però la donna ha detto agli agenti di non voler sporgere querela. "Gli agenti - si legge in una nota - hanno iniziato le indagini e hanno fatto luce sulla relazione 'malata' fatta di violenze, anche fisiche, molestie e minacce che si snoda tra Palermo, Siracusa e il paese natale della vittima".

La donna, ascoltata negli uffici del commissariato a distanza di pochissimi giorni dall’ultimo episodio, ha raccontato di avere lasciato quell’uomo all’inizio dello scorso anno, "a causa della sua indole gelosa, possessiva e violenta". Lui però non si era mai rassegnato alla fine della relazione e da allora "aveva cominciato a perseguitarla con telefonate, pedinamenti e minacce". Tra i vari episodi citati, la donna ha raccontato del danneggiamento della propria autovettura, avvenuto lo scorso dicembre: ha trovato la vettura con tre ruote forate e con una scritta offensiva sul cofano (episodio non denunciato).  

Dalla Questura spiegano che "decisivi al fine di convincere la vittima a denunciare l’uomo responsabile di quelle continue vessazioni, sono risultati sia il supporto degli agenti della polizia sia i messaggi scambiati con l’ex fidanzata dell’uomo, contattata privatamente e vittima a sua volta prima di lei di atti persecutori, ma soprattutto il reale timore per la propria incolumità".

F.F. è stato rintracciato dalla Squadra Mobile di Siracusa, che ha eseguito l’ordinanza, e ora si trova recluso presso la casa circondariale "Cavadonna di Siracusa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Minaccia, perseguita e maltratta l'ex compagna per mesi": arrestato 36enne

PalermoToday è in caricamento