Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Pescano 600 ricci a Favignana: multa di 5 mila euro per 4 palermitani

Sono stati intercettati da una motovedetta della Capitaneria di Porto di Trapani che ha proceduto anche al sequestro delle attrezzature subacquee. L'ira del sindaco

Sorpresi in mare, fermati e multati dopo avere pescato 600 ricci tra Favignana e Levanzo. Nel mirino sono finiti quattro palermitani che - su segnalazione del personale dell’Area Marina Protetta "Isole Egadi"  - sono stati intercettati da una motovedetta della Capitaneria di Porto di Trapani, in servizio di pattugliamento. "I palermitani erano impegnati in attività di pesca subacquea e pesca di riccio di mare con utilizzo di apparecchi autorespiratori", si legge in una nota del Comune di Favignana. Nei confronti dei trasgressori sono stati accertati quattro illeciti amministrativi, per un totale di 5 mila euro di ammenda.

Le violazioni sono state commesse in zona Punta Sottile di Favignana e a Cala Tramontana a Levanzo. Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno inoltre proceduto al sequestro delle attrezzature subacquee e di circa 600 esemplari di ricci di mare, successivamente rigettati in mare.

“Il tempo dei pirati – dichiara il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto –, che imperversavano al tramonto e la notte nelle acque delle Egadi, danneggiando i fondali e depredando la fauna ittica, sta finendo. Restano ormai pochi irriducibili. Mentre per i ricciaioli servono strumenti di deterrenza anche normativi, che abbiamo già proposto, che prevedano il sequestro del mezzo nautico.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescano 600 ricci a Favignana: multa di 5 mila euro per 4 palermitani

PalermoToday è in caricamento