Cronaca

E' morto Claudio Abbado: "Addio Maestro, se ne va un pezzo della Primavera di Palermo"

Sangue palermitano, era uno dei più illustri direttori d'orchestra del mondo. Aveva 80 anni e da tempo era malato. Era stato direttore musicale della Scala di Milano, della Staatsoper di Vienna e direttore artistico dell'Orchestra Filarmonica di Berlino

Claudio Abbado

E' morto Claudio Abbado, aveva 80 anni. Sangue palermitano, era uno dei più illustri direttori d’orchestra del mondo, già direttore musicale della Scala di Milano, della Staatsoper di Vienna e direttore artistico dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Abbado, che da tempo era malato (al punto che una settimana fa aveva cancellato la tappa di Bari), era nato a Milano il 26 giugno del 1933 da una famiglia della borghesia colta. La madre, Maria Carmela Savagnone, pianista e scrittrice, era palermitana.

Nel 1997 diresse i Berliner nel concerto inaugurale per la riapertura del Teatro Massimo, a Palermo, città alla quale rimase sempre legatissimo e nella quale tornò a dirigere altre volte. La famiglia con una nota arrivata dalla segreteria del Maestro oggi ha dato l'annuncio della morte, a Bologna: "Questa mattina alle 8.30 è morto serenamente circondato dalla sua famiglia. Le informazioni relative alle esequie verranno comunicate successivamente".

“Claudio Abbado - ha commentato il sindaco Leoluca Orlando - è stato un palermitano onorario che ha saputo coniugare le radici palermitane di sua madre con l’amore e l’attenzione nel seguire il percorso di cambiamento della nostra città fin dagli anni della Primavera di Palermo, dirigendo, tra l’altro, la Berliner Philharmoniker, nel giorno della riapertura del Teatro Massimo, nel 1997, dopo venticinque anni di abbandono”.

“Ho avuto negli anni più volte occasione di incontrarlo a Palermo come in Germania e di lui  conservo un ricordo indimenticabile: l’invito autografato e con dedica, in occasione dell’ultimo concerto da direttore d’orchestra al Massimo. Nei giorni scorsi  – conclude Orlando – ho voluto dedicare a Claudio Abbado la piantumazione dei 10 mila alberi all’interno del Parco Cassarà, che saranno poi adottati dai ragazzi delle prime tre classi delle scuole elementari di Palermo, perché lui era la sintesi del connubio tra la vita, le piante, i bambini e la musica”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Claudio Abbado: "Addio Maestro, se ne va un pezzo della Primavera di Palermo"

PalermoToday è in caricamento