Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Tragedia a Milano, giù dall'ottavo piano: morto giovane avvocato palermitano

E' successo nel quartiere Lampugnano. Il 32enne lavorava per una società di recupero crediti. Secondo i carabinieri si è trattato di un suicidio, ma per i familiari potrebbe essere precipitato dopo aver accusato un malore. Disposta l'autopsia

Tragedia a Milano. Ieri sera un avvocato palermitano di 32 anni si è suicidato lanciandosi dall'ottavo piano di un palazzo nel quartiere Lampugnano. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Il giovane - che si era trasferito in Lombardia da qualche anno - lavorava per una società di recupero crediti al secondo piano dello stabile. Secondo quanto ricostruito dai militari pare che il giovane dopo la pausa pranzo sia salito all'ottavo piano, abbia fumato una sigaretta e si sia lanciato giù morendo sul colpo.

Ma la ricostruzione degli inquirenti non convince i familiari del giovane. Secondo i quali il 32enne potrebbe essere precipitato giù a causa di un malore. E che quindi non si sia trattato di un gesto intenzionale. Dietro loro richiesta domani sarà effettuata l'autopsia sulla salma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Milano, giù dall'ottavo piano: morto giovane avvocato palermitano

PalermoToday è in caricamento