rotate-mobile
Cronaca

Ancora proteste in piazza: precari ed edili siciliani sfilano in corteo

La prima manifestazione si snoderà fra Palazzo dei Normanni e Palazzo d'Orleans, mentre la seconda si sposterà da piazza XIII vittime in via Cavour. Vicino alla Prefettura si svolgerà il comizio finale dei sindacati

Proseguono le manifestazioni in piazza, questa volta tocca ai precari degli enti locali. I manifestanti, coordinati da Cisl, Cgil e Uil si sono dati appuntamento nei pressi dei palazzi del potere. Il corteo si snoderà tra Palazzo dei Normanni e Palazzo d'Orleans, rispettivamente sede del parlamento siciliano e della presidenza della Regione. La richiesta avanzata verte sulla risoluzione della "vertenza precari" che coinvolge oltre ventimila siciliani. Anche gli edili siciliani aderiranno e si concentreranno a piazza XIII Vittime, per un sit in davanti la sede regionale dell'Ance e successivamente si sposteranno in via Cavour.


A pochi passi dalla Prefettura si svolgerà il comizio finale durante il quale interverranno Emilio Correale, segretario nazionale della Feneal-Uil, Salvatore Scelfo, segretario nazionale della Filca Cisl e Mauro Livi, segretario nazionale della Fillea Cgil. Lo sciopero è stato indetto in seguito alla rottura della trattativa con l'Ance e con l'associazione Cooperative edili per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro. A far saltare la trattativa, secondo i sindacati, è stata la volontà dimostrata dalla rappresentanza imprenditoriale di essere conservatori, mettendo in dubbio diritti dei lavoratori già acquisiti da anni. Per i sindacati non sono più rinviabili interventi urgenti per il sostegno ed il rilancio del comparto delle costruzioni, che in Sicilia rappresenta da il 15% del Pil regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora proteste in piazza: precari ed edili siciliani sfilano in corteo

PalermoToday è in caricamento