Mercoledì, 4 Agosto 2021
Mafia

E' morto Totò Riina: era ancora il capo di Cosa Nostra

Malato da tempo, era in coma da diversi giorni nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma in regime di 41 bis. Aveva appena compiuto 87 anni. Arrestato nel 1993 dopo una lunghissima latitanza, era ancora considerato dagli inquirenti il leader indiscusso di Cosa Nostra

E’ morto il boss mafioso Totò Riina. Era ricoverato nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma, in coma da diversi giorni dopo due interventi chirurgici. Proprio ieri aveva compiuto 87 anni. Riina si è spento nel cuore della notte, alle 3.37. Arrestato il 15 gennaio del 1993 dopo 24 anni di latitanza, Riina era ancora considerato dagli inquirenti il capo indiscusso di Cosa Nostra. Il capomafia stava scontando 26 condanne all'ergastolo per decine di omicidi e stragi. 

Feroce, ambizioso, spietato: Totò Riina story, la "belva" mai domata dal 41 bis

A luglio il tribunale di sorveglianza di Bologna aveva rigettato la richiesta di differimento della pena avanzata dai legali di Riina, che era quindi rimasto nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma in regime di 41 bis. I giudici hanno ritenuto che il boss 87enne potesse essere curato nel migliore dei modi nell'ospedale emiliano.

Ora si teme per la lotta alla successione | Il servizio video

Solo giovedì, con il parere positivo della Procura nazionale antimafia e dell'Amministrazione penitenziaria, il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, aveva firmato il permesso di visita per i figli di Riina per fa sì che potessero stargli vicino, nella struttura sanitaria a Parma.

Il corpo di Totò Riina è a disposizione dell'autorità giudiziaria nell'obitorio dell'ospedale di Parma. Domani alle 9.30 verrà eseguita l'autopsia e successivamente è prevista la visita dei familiari. La procura dovrebbe poi dare il nulla osta alla sepoltura che avverrà nel cimitero di Corleone. Per chiedere l'autopsia, il pm Umberto Ausiello ha ipotizzato il reato di omicidio colposo. Il fascicolo è a carico di ignoti. Di conseguenza ha informato del procedimento, in quanto persone offese, la moglie di Riina Antonina Bagarella, e i figli Maria Concetta, Giuseppe, Lucia e Giovanni. Il pm ha nominato consulente tecnico Rosa Gaudio dell'istituto di Medicina legale di Ferrara. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Totò Riina: era ancora il capo di Cosa Nostra

PalermoToday è in caricamento