Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Infiltrazioni mafiose nella metanizzazione, gestione sospesa per due società

Si tratta di nuovi sviluppi del filone investigativo portato avanti dalla Guardia di Finanza che un anno fa aveva portato al sequestro di oltre 50 milioni di euro, nei confronti del gruppo imprenditoriale di Palermo che ha curato la metanizzazione

L’ombra della mafia sugli appalti per la metanizzazione. E’ stata imposta l’amministrazione giudiziaria a due complessi aziendali attivi della vendita e distribuzione del gas metano sul territorio nazionale e a una società di manutenzione con sede in Calabria, nell'ambito delle indagini della procura di Palermo e della Guardia di finanza sulle presunte infiltrazioni mafiose nel settore della metanizzazione in Sicilia ed in altre regioni.

Si tratta di nuovi sviluppi del filone investigativo che un anno fa aveva portato al sequestro di un ingente patrimonio, del valore complessivo di oltre 50 milioni di euro, nei confronti del gruppo imprenditoriale di Palermo che ha curato, fra gli anni '80 e '90, la metanizzazione di diverse aree del territorio siciliano. Con l'emissione del decreto che impone l'amministrazione giudiziaria o "sospensione temporanea dell'amministrazione", il Tribunale di Palermo ha, di fatto, sollevato dalla gestione i rappresentanti della citata società per sei mesi.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infiltrazioni mafiose nella metanizzazione, gestione sospesa per due società

PalermoToday è in caricamento