Aree pedonali, cittadini e Comune a confronto: via Maqueda chiusa sino a mezzanotte

L'Amministrazione ha voluto incontrare commercianti e residenti per studiare gli ultimi dettagli. Ma la chiusura di corso Vittorio Emanuele è ad un passo. La presidente di Confcommercio Palermo: "Nessuna resistenza, ma si pensi ad un progetto integrato dei servizi"

Via Maqueda (foto archivio)

Estate calda per la mobilità nel centro storico. Cittadini, commercianti e Amministrazione si sono confrontati questo pomeriggio, alla biblioteca regionale "Alberto Bombace", sulla nuova area pedonale di corso Vittorio Emanuele. Secondo quanto annunciato dall'assessore Giusto Catania si tenterà con la chiusura di via Maqueda fino alla mezzanotte. Un esperimento che verrà fatto dopo il Festino di Santa Rosalia. Sul versante Cassaro la decisione sembra essere stata presa: niente auto da Porta Nuova ai Quattro Canti a partire dal primo luglio. "Diamo sin da subito - spiega Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo - la nostra disponibilità a trovare soluzioni di buon senso con l'aiuto e l'apporto di tutti, che servano a sostenere anche gli interessi legittimi delle attività commerciali e dei residenti”.

La decisione di istituire l'area pedonale è stata maturata in previsione del verdetto che l'Amministrazione attende dall'Unesco sull'itinerario Arabo-normanno. Commercianti e residenti, però, storcono ancora un po' il naso. La nuova presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio ha incontrato oggi una folta rappresentanza di corso Vittorio Emanuele per discutere l'annunciata chiusura al traffico di buona parte dell'asse viario. "Non c'è resistenza ai provvedimenti restrittivi del traffico, siano essi pedonalizzazione o Ztl - spiega Di Dio -, ma ci vogliono condivisione e partecipazione. Chiediamo, semmai, un progetto integrato, fortemente partecipato da commercianti e residenti della zona, che sia un più vasto programma di valorizzazione del centro storico".

Il provvedimento servirebbe a interdire il traffico alle auto private in corso Vittorio Emanuele. Mentre i mezzi pubblici e quelli di soccorso potranno andare da Porta Nuova alla Cattedrale, i residenti potranno fare soltanto il percorso in senso contrario. Per fare defluire i mezzi corso Alberto Amedeo diventerà a doppio senso fino a piazza Peranni, quella del Mercato della Pulci. Ma l'assessore e la sua equipe starebbero valutando anche l'ipotesi di inserire via Imera nel provvedimento. "Ci aspettiamo - aggiunge Di Dio - un progetto integrato con l'individuazione di percorsi alternativi, parcheggi, orari e varchi di carico e scarico merci, salvaguardia della vivibilità e della sicurezza del territorio. Il tutto, affiancato da un'adeguata campagna di informazione per i cittadini e per i turisti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento