Proposta approvata all'unanimità: il liceo di Terrasini sarà intitolato a Peppino Impastato

Ad avanzare la proposta, avallata dal collegio dei docenti, la dirigente scolastica Chiara Gibilaro. Luisa Impastato, presidente di Casa Memoria: "Mamma Felicia ne sarebbe contenta". Oggi all'Ars la firma del protocollo d'intesa tra Regione e Città metropolitana per l'esproprio e il recupero del casolare

Il liceo linguistico di Terrasini

Il liceo linguistico Ninni Cassarà di Terrasini sarà intitolato a Peppino Impastato. Il collegio dei docenti del liceo scientifico di Partinico, a cui il liceo di Terrasini è aggregato, ha approvato all’unanimità la proposta avanzata dalla dirigente scolastica Chiara Gibilaro. "Nel difficile campo dell'educazione alla legalità - ha dichiarato la preside - Peppino rappresenta l'altra faccia di un modello educativo che sa stimolare autonomia di idee e capacità di valutazione critica".
 
"Mamma Felicia - commenta Luisa Impastato, presidente di Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato e nipote di Peppino - ne sarebbe contenta. Vogliamo esprimere tutta la nostra gratitudine a chi ha voluto dare un omaggio così importante alla figura di Peppino e ad una storia di lotta alla mafia tra le più significative, una storia importante per il nostro territorio e non solo. Abbiamo letto le significative parole che la dirigente ha espresso e condividiamo con lei l’importanza del ruolo educativo della scuola; per noi, come Casa Memoria - continua - è molto importante lavorare con docenti e referenti scolastici per la costruzione di un mondo migliore che renda i giovani sempre più liberi, attenti, capaci di esprimere un pensiero critico e di ispirarsi ad ideali e valori positivi, come Peppino ci ha insegnato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le belle notizie per la famiglia Impastato non finiscono qui: oggi pomeriggio all'Ars è fissato l'incontro per firmare ufficialmente il protocollo d'intesa tra Regione e Città metropolitana per l'esproprio e il recupero del casolare dove il militante fu ucciso dalla mafia la notte del 9 maggio '78. "Oggi per noi - dice la nipote di Peppino - è un giorno importante, un altro tassello in questo percorso di memoria che dura da quarantun anni, iniziato da mia nonna e che ha permesso alla storia di Peppino di essere riscattata e riconosciuta fino ad oggi. Oggi viviamo in un periodo storico in cui la memoria storica necessita di essere salvaguardata e il casolare, come già Casa Memoria, diventando patrimonio collettivo, ci auguriamo diventi un altro luogo simbolo che possa e debba configurarsi come segno di discontinuità e riscatto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento