Cronaca

Picchiano gli agenti, tre immigrati espulsi dal centro ma liberi di "andare in giro"

Sono tre fratelli nigeriani che hanno chiesto asilo politico, protagonisti di un tentativo di rivolta violenta in una struttura di Borgetto. Sino al prossimo provvedimento non potranno avvicinarsi al centro ma potranno girare per il comprensorio Partinico-Borgetto

Hanno rifiutato il cibo del centro di accoglienza perché non gradito, hanno protestato con violenza tanto da arrivare alla rissa con la polizia e adesso vagano indisturbati tra Borgetto e Partinico. E’ la paradossale vicenda che riguarda tre fratelli nigeriani, ospiti del centro “Vogliamo volare” di Romitello, dove hanno dato il via a una scazzottata con le forze dell’ordine che gli stavano notificando un provvedimento della Prefettura nel quale venivano “invitati” ad abbandonare la struttura. Sino ad aggiornamenti non saranno più a carico dello stato e saranno liberi di andare in giro.

“Esprimiamo preoccupazione - spiega Filippo Aiello, presidente del consiglio comunale di Partinico, comune che fa parte dello stesso comprensorio - poiché se si sono comportati male al centro d’accoglienza, potrebbero reiterare la loro violenza. Speriamo che le autorità competenti si esprimano in tempi rapidi nel decidere se queste tre persone vadano espatriate o reinserite in un’altra struttura. E’ incomprensibile che vengano lasciati liberi”. I tre nigeriani, infatti, hanno fatto richiesta di asilo politico e in attesa di nuove disposizioni sono stati abbandonati a sé stessi.

Per l’accaduto sono stati denunciati a piede libero per percosse, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Se hanno creato disordini, minacciato il personale della struttura e aggredito i poliziotti, spaccando gli occhiali a uno e rompendo il polso a un altro, potrebbero ripetersi (è solo un’ipotesi da considerare comunque plausibile). “E’ assurdo - affermano dalla Consap - che esistano certi paradossi. Se si sono già resi protagonisti di episodi di violenza, nulla vieta che possa accadere nuovamente. Una circostanza che potrebbe mettere a rischio i cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiano gli agenti, tre immigrati espulsi dal centro ma liberi di "andare in giro"

PalermoToday è in caricamento