Cronaca Zisa

Ladri "spogliano" Bmw ma arrivano i poliziotti: "Noi autorizzati dal proprietario..."

E' successo alla Zisa. La strampalata giustificazione non ha salvato un 41enne e un 27enne dall'arresto. Gli agenti hanno contattato il titolare dell'auto che ha negato ogni contatto con i malviventi

L'intervento della polizia

Si erano presentati alla buon’ora di domenica, nel cuore della Zisa, sicuri di “cannibalizzare” una Bmw in sosta, puntando alle gomme impreziosite da cerchi in lega. La polizia ha però sventato il furto e ha arrestato due palermitani. Si tratta di un uomo di 41 anni (G.A. le iniziali) e un 27enne (G.F.). E' risultato "fatale" per loro il passaggio, proprio in quei frangenti "decisivi", di due pattuglie.

"I due ladri - raccontano dalla questura - stavano concludendo le operazioni, sistemando le ruote nel portabagagli della loro auto, con la Bmw ormai razziati. Improvvisamente però sono stati circondati dalle volanti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo e dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico. A poco sono valse le traballanti argomentazioni che hanno fornito i due". Agli agenti, infatti,  malviventi hanno raccontato che erano stati autorizzati a compiere queste operazioni direttamente dal proprietario della Bmw. I poliziotti hanno telefonato al "titolare" dell'auto che ovviamente ha negato ogni contatto con i ladri.

All’interno della vettura degli arrestati gli agenti hanno trovato bulloni delle ruote appena asportate, un pannello portiera sottratto alla Bmw, altre parti meccaniche e un altro copertone rubato a un'auto ancora da individuare. Per questo motivo i due arerstati dovranno anche rispondere del reato di ricettazione.

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri "spogliano" Bmw ma arrivano i poliziotti: "Noi autorizzati dal proprietario..."

PalermoToday è in caricamento