Cronaca

Venti di guerra, compare striscione: "Anche stavolta avete ucciso il porco sbagliato"

Eloquente intervento della sezione palermitana di Forza Nuova sulle conseguenze della politica occidentale in Libia. Il riferimento è a Gheddafi: presa in prestito una celebre frase di Winston Churchill

Lo striscione affisso in viale Regione

Eloquente intervento della sezione palermitana di Forza Nuova sulle devastanti conseguenze della politica occidentale in Libia: "Califatto fondamentalista, con l'Isis a due passi dalle nostre coste - spiega la nota diffusa alla stampa - un milione di altri immigrati in arrivo dalla Libia (e accolti grazie all'operazione/business "Frontex"), veicolo utilizzato dal medesimo islam integralista per infiltrare i terroristi tagliagole, impossibilità di relazionarsi con le bande che spadroneggiano tra Sirte e Tripoli, relazioni commerciali, specie nel settore petrolifero, compromesse… sono le tragiche conseguenze di una politica estera italiana assolutamente schiava delle folli strategie di USA, Israele e Francia, che hanno voluto tradire Gheddafi puntando su un sanguinario integralismo, ormai sfuggito loro di mano".

Lo striscione è stato affisso in viale Regione Siciliana, sotto il cavalcavia che porta a Falsomiele. "E' proprio vero che è stato ucciso il porco sbagliato - prosegue il comunicato, citando la celebre frase di Churchill , riprodotta appositamente nello striscione comparso oggi in città - ringraziamo di cuore chi ha "liberato" la Libia da Gheddafi; l'unico senso delle cosiddette primavere arabe è mettere in ginocchio l'Europa meridionale, già sotto attacco da ogni lato, e, in primo luogo, la nostra isola, estrema frontiera meridionale di un'Europa cui solo i movimenti nazionalpopolari saranno in grado di restituire la speranza; la ricostruzione non potrà prescindere dalla rottura definitiva delle relazioni con l'America e i suoi alleati, autentici nemici della nostra civiltà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venti di guerra, compare striscione: "Anche stavolta avete ucciso il porco sbagliato"

PalermoToday è in caricamento