menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terrasini, fogna a cielo aperto al porto? La perdita si allarga

L'assessore ai lavori pubblici Pietro Palazzolo: "Il problema è stato già segnalato all'Aps ma l'ente è in fase di liquidazione e questo comporta ritardi negli interventi"

Una nuova stagione balneare è appena partita ma alcuni dei vecchi noti problemi sono ancora lì in attesa che qualcuno si preoccupi di risolverli. E' questo, per esempio, il caso della perdita d'acqua presente davanti la banchina del porto "turistico" di Terrasini.

L'anno scorso i cittadini e anche i viaggiatori che sono passati di là, oltre a sentire un cattivissimo odore, hanno anche avuto il piacere di assistere ad uno spettacolo da cartolina. Nel 2013 la situazione è addirittura peggiorata.

Come testimoniano le foto l'acqua continua a penzolare dall'alto della parete rocciosa in modo ancora più abbondante del 2012 con il risultato che quella che l'anno scorso era una piccola pozzanghera è diventata un fiume. Di che acqua si tratti non c'è certezza. L'odore farebbe pensare ad acque fognarie ma l'ex assessore Fabio Censoplano smentisce categoricamente dichiarando su Facebook, dove sul tema si è aperta una accesa discussione, prima che si tratta di "acque della rete idrica provenienti da una perdita che non si è mai riuscita ad individuare" e qualche minuto dopo, quando i cittadini sono insorti contro di lui, "ora che mi ricordo si giunse alla conclusione che molto probabilmente si trattava di una falda in quanto l'acqua fuoriesce anche quando l'erogazione è assente".

L'assessore ai lavori pubblici Pietro Palazzolo interpellato sull'argomento non specifica di che tipo di perdita si tratti ma dichiara che "il problema è stato già segnalato all'APS (Acque Potabili Siciliane), ente che gestisce il servizio e che si occupa di perdite d'acqua, infiltrazioni e più in generale dei problemi alla rete idrica. Purtroppo, come si sa, l'APS è in fase di liquidazione e questo comporta ritardi negli interventi. Torneremo a fare sollecitazioni affinchè si possa intervenire".

Quando? La perdita è lì da anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento