Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Politeama

Cittadini con disabilità in Sicilia? A Palermo un convegno Anffas

Si terrà il 27 Novembre, a Palermo, presso il Grand Hotel Wagner, il Convegno “I servizi per le persone con disabilità: integrazione socio-sanitaria” promosso da Anffas Onlus Sicilia, l’Associazione regionale di famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si terrà il 27 Novembre, a Palermo, presso il Grand Hotel Wagner, il Convegno "I servizi per le persone con disabilità: integrazione socio-sanitaria" promosso da Anffas Onlus Sicilia, l'Associazione regionale di famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.

Obiettivo della giornata: denunciare, per l'ennesima volta, le gravi condizioni in cui versa il sistema di welfare siciliano e le pesanti ricadute che ciò ha sulle persone con disabilità e loro famiglie del territorio, doppiamente discriminate, oltre che a causa della disabilità, anche per via del luogo in cui vivono. Ciò anche al fine di favorire la riflessione e il dibattito per la realizzazione una vera integrazione tra servizi socio-assistenziali e servizi sanitari dedicati alle persone con disabilità, esaminando i sistemi di welfare di alcune regioni del meridione e confrontando le diverse esperienze, condividendo buone prassi e analizzando gli aspetti più critici.

"Le persone con disabilità siciliane" dichiara il Presidente Anffas Onlus Sicilia Giuseppe Giardina "sono gravemente discriminate, ancora di più rispetto a quelle che vivono in altre regioni d'Italia. Mancano i servizi, i sostegni, le opportunità. Le poche risorse sono spesso sprecate o male utilizzate".

"Il risultato" prosegue il presidente "è che diventa quasi impossibile garantire loro ed alle loro famiglie una vita dignitosa, l'inclusione nella società, una accettabile qualità di vita. In poche parole, il rispetto dei diritti umani. Tutto questo nella più totale indifferenza generale ed in particolare delle Istituzioni".

"Come Associazione di famiglie, che tutti i giorni cerca di contrastare tale drammatica situazione, spesso costruendo opportunità dal niente, con creatività ed impegno" conclude Giardina "non possiamo e non vogliamo restare in silenzio, ma desideriamo - a partire da questa giornata - intensificare al massimo la nostra azione e mobilitazione per garantire diritti e opportunità a tutti i cittadini".

Il convegno del 27 novembre sarà quindi occasione per riflettere su come fare in modo che la qualità della vita delle persone con disabilità sia comune denominatore per la programmazione, le politiche e la gestione dei servizi, individuando reali prospettive e strategie di cambiamento, soprattutto in relazione all'attuale configurazione delle norme in materia di integrazione sanitaria e sociale, che non hanno mai risposto e tutt'ora non rispondono a tale obiettivo.

La giornata sarà anche occasione per la presentazione del progetto "Anffas Sud" con il consigliere Anffas onlus Nazionale e Responsabile del progetto Anffas Sud Salvartore Parisi, che, coinvolgendo le strutture associative Anffas del meridione, aspira a promuovere un "riscatto" delle regioni del Sud, incidendo attivamente sulle politiche e sulla progettazione e gestione dei servizi, ponendo ben al centro il BEN-ESSERE delle persone con disabilità e delle loro famiglie quale "stella polare", a prescindere dal luogo di nascita o di residenza.

A discutere di questi, e molti altri, aspetti: Roberto Speziale, Presidente Anffas Onlus Nazionale, Giuseppe Giardina, Presidente Anffas Onlus Sicilia, Agnese Ciulla Assessore Politiche Sociali Comune di Palermo e delegata Anci Sicilia, Salvatore Brugaletta, Direttore Generale ASP 8 Siracusa, Damiana Pepe, Referente dell'Assessorato Regionale Salute, Salvartore Parisi (consigliere nazionale responsabile del progetto Anffas sud), Francesco Marcellino, consulente legale Anffas Onlus, Angelo Cerracchio, Componente Comitato Tecnico Scientifico Anffas Onlus, Alessandra Turrisi, collaboratrice di Avvenire, Giornale di Sicilia e vari periodici regionali e nazionali.

Dirigenti, funzionari, e tutti coloro che a vario titolo sono impegnati nella gestione delle politiche e dei servizi di welfare sono vivamente invitati non solo a partecipare, ma anche e soprattutto ad accogliere la sfida per la realizzazione di un vero cambiamento per la costruzione di un sistema che risponda non più a se stesso, ma alle necessità ed istanze dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadini con disabilità in Sicilia? A Palermo un convegno Anffas

PalermoToday è in caricamento